ItalianoEnglish

Immagini per una patografia

Premessa 

I 14 “capitoli” che seguono sono il risultato di una ricerca iniziata nel 2011 anno in cui
dopo un’interruzione durata 30 anni ho ripreso a fare fotografie.
E’ di quello stesso anno la fotografia “et in Arcàdia Ego” e dell’anno seguente la prima della serie “Sehnsucht”
Per i tre anni successivi non ho fatto altro che ripetere quest’ultimo soggetto.

Poi nel 2015 mentre seguivo un corso di fotografia digitale, ho da prima scoperto
le potenzialità dei “progetti”, e durante una conferenza per la
presentazione del saggio “Oltre l’immagine”(1) quella della “patografia” (2).

Se da delle immagini si può risalire a patologie forse si può anche risalire alla biografia che le ha causate.
In queste immagini ho cercato ragioni biografiche e le patologie connesse.

“Immagini per una patografia” è il risultato iniziale di questo progetto.

note:
1: “Oltre l’ Immagine” di S. Guerrini e G. Gilli, Edizioni Postcart 2015

2: Enciclopedia Italiana “La Piccola Treccani” : patografìa s.f. (comp. di pato-(sofferenza) e (bio)grafia).
Biografia di personaggi celebri condotta con lo scopo di individuarne gli aspetti
di interesse psicopatologico (3), sulla base di informazioni relative alla loro vita
e attraverso l’esame delle loro opere. Esemplari restano le p. di K. Jaspers su
Strindberg e van Gogh (1922) e su Nietzsche (1936).
Per una descrizione della “Patografia” vedere anche:
– Pag. 13, “L’anima della fotografia” di Gabriella Gilli in “Oltre
l’ Immagine”
di S. Guerrini e G. Gilli. Edizioni Postcart 2015.
– la voce “Patografico” nel Vocabolario Treccani
– “Patografia” nell’ Enciclopedia Treccani
– “Patografia” nel Dizionario on-line degli Psicologi Italiani.

3: Enciclopedia Italiana “La Piccola Treccani”: psicopatologia s.f. (comp. di psico- e patologia)
Disciplina che studia gli accadimenti della vita psichica patologica (4), inquadrandoli
in concetti generali che ne esprimano le condizioni di insorgenza, le dimensioni,
le modalità di manifestazione e i reciproci rapporti. Etc . etc.

4: Enciclopedia Italiana “La Piccola Treccani” : “Nel linguaggio filosofico, il termine patologico
è talora usato intendendo non il significato di “sofferenza fisica”, e quindi di “malattia”,
bensì in quello psicologico di “passione”; così per Kant è patologico tutto ciò che si
riferisce al mondo delle inclinazioni affettive, in contrasto col mondo
delle libere decisioni morali.